Ivan IV

Ivan IV (Ivan il Terribile) – Zar dal 1533 al 1584

Il XVI secolo fu caratterizzato dal regno espansionistico ma brutale di Ivan IV, figlio e successore di Basilio III.


Ivan il Terribile

Rimasto orfano a soli tre anni, a tredici si volse contro i boiari che, approfittando della sua giovane età, gestivano direttamente il potere. Dopo essersi fatto incoronare ufficialmente zar (1547), operò un immediato e vigoroso rafforzamento dell’autorità personale del principe attraverso il Consiglio degli eletti (1549) e una nuova assemblea, lo Zemskij Sobor (1550).

Valendosi di un corpo militare da lui creato, gli strel’cy (1550), ridusse all’obbedienza gli esponenti della grande nobiltà. Furono i metodi spietati usati contro quest’ultimi che gli valsero l’appellativo di Ivan il terribile.

Nella lotta contro i boiari, risultò fondamentale la riforma dell’opricnina (una polizia politica a salvaguardia del suo regime e della sua persona). conquistò le capitali tartare del Volga Astrakan, Kazan, Kusum e tutta la Siberia Sposò Anastasia Romanovna Zacharina (assassinata dai boiari) che fu una moglie perfetta per Ivan: mite, fedele, Anastasia esercitò un’influenza moderatrice sul collerico marito e fu una delle pochissime persone di cui lo zar si fidò ciecamente.

Nel 1581, in uno scatto d’ira, lo zar uccide accidentalmente suo figlio Ivan Ivanovich.

Gli Oprichniks gli sfuggono di mano diventando un potere, quasi criminale, a sè.

Ivan ordina l’uccisione di molti nobili e contadini e introduce la coscrizione obbligatoria per rinsaldare l’esercito che combatte in Livonia.

Spopolamento e carestie si susseguono. Quelle che erano state le più ricche zone della Moscovia diventano le più povere.

A causa di una disputa con la repubblica di Novgorod Ivan ordina agli Strelizzi di massacrare la popolazione. I morti sono stati da 30 a 40.000 anche se a livello ufficiale ”solo” 3.000, tra nobili e gente comune.

[ Predecessore Vasilij III ] [Successore: Fèdor I]