I Toltechi

Erano probabilmente un popolo nomade del nord, conquistarono e si insediarono a Teotihuacàn nella valle di Anahuac (200 a.C. / 900 d.C.), a pochi chilometri dall’attuale Città del Messico. Teotihuacàn, uno dei più importanti centri religiosi, era un’immensa metropoli che nel suo massimo splendore contava circa 125.000 abitanti.

La città , un grandioso disegno urbanistico che si articolava intorno il Viale dei Morti, lungo circa 4 chilometri verso nord, ed era dominato dalla Piramide del Sole, posta al centro della via sacra, e a settentrione dalla piramide della luna (Teotihuacàn era una riproduzione esatta del sistema solare, una grande piramide rappresentava il Sole (detta appunto Piramide del Sole) e un viale drittissimo (il Viale dei Morti) in cui vi erano alcuni contrassegni di cui le distanze tra loro corrispondono esattamente alle distanze dei pianeti del sistema solare, da Mercurio a Plutone, compresa la fascia degli asteroidi, e se si pensa che Plutone non è visibile ad occhio nudo, ma occorre un telescopio, come era possibile vederlo a quei tempi?, la piramide del Sole aveva una particolarità , il rapporto tra il lato di base e l’altezza era pari al numero irrazionale pi-greco proprio come per la Grande Piramide di Giza, in Egitto. Essi non conoscevano la ruota, ma conoscevano il pi-greco che serve per calcolare la circonferenza.)
La Cittadella era in grado di ospitare circa 60000 abitanti.

Il Tempio di Quetzalcoatl, il “Serpente Piumato“, si trova nella Cittadella. Quetzalcoatl molto probabilmente era un principe o un capo, che fu successivamente trasformato in un dio.

Come le città del periodo classico, probabilmente Teotihuacàn esaurì le sue risorse. Durante il VII secolo iniziò il suo declino, la povertà e il malcontento aumentarono e i popoli nomadi delle zone del Nord iniziarono a minacciare la città , verso il 700 la città fu incendiata da alcune popolazioni nomadi provenienti da nord che vi si insediarono poi per ben duecento anni.

La città ebbe un lungo ed inesorabile declino. Tra il 900 e il 1100, i Toltechi, abbandonata Teotihuacàn, si spostarono verso la costa: i loro centri principali furono Tula , che nel suo periodo massimo si estendeva per 16 Kmq e aveva circa 40.000 abitanti,( Tula fu saccheggiata e bruciata intorno al 1100 d.C.) Xochicalco e Chichèn Itzà¡, che governò una confederazione regionale fino al 1200 circa, quando fu sconfitta da Mayapàn, Izamal e da altre città rivali confinanti.

I Toltechi erano abili commercianti, riscuotevano tributi dalle popolazioni sottomesse e avevano una buona cultura militare.

L’architettura Tolteca era semplice e severamente monumentale, eseguita con una tale perizia che i costruttori toltechi godettero di grande fama fino all’arrivo dei Spagnoli. Furono senza dubbio il popolo più civile del Messico preazteco.

Anche dopo essere stati sottomessi dagli Aztechi, il loro nome restò sinonimo di gusto artistico raffinato e perizia artigianale.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Facebook
Facebook
Twitter
Instagram