Fotografie di Roma

Il ColosseoFotografie del Colosseo

originariamente conosciuto come Amphitheatrum Flavium è il più grande anfiteatro del mondo, nonché il più imponente monumento dell’antica Roma che sia giunto fino a noi, conosciuto in tutto il mondo come simbolo della città di Roma e uno dei simboli d’Italia. Il colosseo è in grado di contenere un numero di spettatori stimato tra le 50.000 e 75.000 unità, è il più importante anfiteatro romano.  Inserito nel 1980 nella lista dei Patrimoni dell’umanità dall’UNESCO, unico monumento europeo inserito fra le Nuove sette meraviglie del mondo, a seguito di un concorso organizzato da New Open World Corporation (NOWC).


Fotografie di castel Sant’Angelo

Castel Sant’Angelo, detto anche Mausoleo di Adriano, è un monumento di Roma, situato sulla sponda destra del Tevere di fronte al pons Aelius (attuale ponte Sant’Angelo), a poca distanza dal Vaticano, tra il rione di Borgo e quello di Prati; è collegato allo Stato del Vaticano attraverso il corridoio fortificato del “passetto”. Il castello è stato radicalmente modificato più volte in epoca medievale e rinascimentale. Proprietà del MiBAC (Ministero per i beni e le attività culturali), il Museo nel dicembre 2014 è entrato a far parte del Polo Museale del Lazio.
Nel 130 l’imperatore Adriano chiede all’architetto Demetriano di costruire un mausoleo funebre per se e i suoi familiari, ispirandosi al modello del mausoleo di Augusto, ma con dimensioni gigantesche.
I lavori durarono diversi anni e furono ultimati da Antonino Pio nel 139.
Venne costruito di fronte al Campo Marzio, al quale fu unito da un ponte appositamente costruito, il Ponte Elio (l’attuale ponte sant’Angelo).


Fotografie varie di Roma e del Pantheon

Alcune fotografie scattate in varie zone di Roma e nel Pantheon, un edificio della Roma antica situato nel rione Pigna nel centro storico, costruito come tempio dedicato a tutte le divinità passate, presenti e future. Fu fondato nel 27 a.C. dall’arpinate Marco Vipsanio Agrippa, genero di Augusto. Fu fatto ricostruire dall’imperatore Adriano tra il 120 e il 124 d.C., dopo che gli incendi dell’80 e del 110 d.C. avevano danneggiato la costruzione precedente di età augustea, composto da una struttura circolare unita a un portico in colonne corinzie (otto frontali e due gruppi di quattro in seconda e terza fila) che sorreggono un frontone. La grande cella circolare, detta rotonda, è cinta da spesse pareti in muratura e da otto grandi piloni su cui è ripartito il peso della caratteristica cupola emisferica in calcestruzzo che ospita al suo apice un’apertura circolare detta oculo, che permette l’illuminazione dell’ambiente interno.


Fotografie di alcune fontane di Roma

La barcaccia a piazza di Spagna; le fontane del moro, del Nettuno e dei quattro fiumi di Piazza Navona; la fontana di Trevi; Il fontanone dell’acqua paola al Gianicolo; la Fontana delle api di via Veneto; la fontana della dea Roma al Campidoglio; la fontana della rotonda; la fontana di Ponte Sisto (o fontanone dei cento preti) di Piazza Trilussa e il classico “nasone”


Fotografie di piazza Navona

è una delle più celebri piazze di Roma, fatta costruire dalla famiglia Pamphili. La sua forma è quella di un antico stadio, venne costruita in stile monumentale per volere di papa Innocenzo X (Giovanni Battista Pamphili). Ai tempi dell’antica Roma, era lo Stadio di Domiziano che fu fatto costruire dall’imperatore Domiziano nell’85, nel III secolo fu restaurato da Alessandro Severo. Era lungo 265 metri, largo 106 e poteva ospitare 30.000 spettatori. Lo stadio era riccamente decorato con alcune statue, una delle quali è quella di Pasquino che ora si trova nell’omonima piazza di fianco a Piazza Navona.


Fotografie di trinità dei monti

La Scalinata di Trinità dei Monti, realizzata tra il 1723 e il 1726 su progetto dell’architetto romano Francesco De Sanctis (1693-1740), costituisce il raccordo scenografico tra la chiesa della SS. Trinità e la sottostante piazza di Spagna. La lunga scalinata è l’espressione di una monumentalità tipica del settecento romano che la accomuna alle altre importanti realizzazione urbane del secolo costituite dal porto di Ripetta (demolito alla fine del XIX secolo) e da fontana di Trevi.


Fotografie del Tevere

Il Tevere (chiamato anticamente prima Albula, poi Thybris ed infine Tiberis). Il Tevere, fin dalla sua nascita, è stato l’anima di Roma, e il fatto che la città gli debba la propria stessa esistenza è descritto già dalla prima scena della leggenda di fondazione, con Romolo e Remo nella cesta che, arenati sotto il ficus ruminalis, succhiano il colare zuccherino dei frutti in attesa di una vera poppata. Nel suo percorso “romano” vi sono vari ponti monumentali e il moderno ponte della musica.


Foto del giardino degli aranci (parco Savello)

Il giardino degli Aranci è il nome con cui si indica parco Savello, si trova sul colle Aventino, nel rione Ripa, da cui si gode un’ottima visuale della città. Il giardino, il cui nome deriva dalla presenza caratteristica di numerose piante di aranci amari, si estende nell’area dell’antico fortilizio eretto dalla famiglia dei Savelli da cui il nome “parco Savello”. La fontana all’esterno del parco è composta da due pezzi: un’antica vasca in granito, adorna di maniglioni a bassorilievo, e dal monumentale mascherone marmoreo dalle ciglia aggrottate e dai folti baffi, raccolto in una grande conchiglia.


Fotografie del Pincio

Il Pincio (o colle Pinciano, dal latino mons Pincius) è un colle di Roma che si trova a nord del Quirinale e guarda sul Campo Marzio, con diverse ville e giardini che occupano il colle.
In cima al colle, dalla terrazza del Pincio, si gode un ampio panorama su piazza del Popolo e sul rione Prati, che sorge su quelli che, fino alla fine dell’800, erano i Prati di Castello.
L’Orologio ad acqua del Pincio è un idrocronometro posizionato all’interno del parco, costruito in base al progetto di padre Giovanni Battista Embriaco nel 1867, venne presentato all’Esposizione Universale di Parigi. L’orologio conta quattro quadranti. Il suo funzionamento è garantito dal getto d’acqua sottostante che mette in moto il pendolo caricando così il suo movimento e con esso, anche la suoneria mediante il riempimento alternato di due bacinelle.


Fotografie di Fiumicino e del porto di Ostia

Si trova sul litorale tirrenico a nord del delta del Tevere. Al termine della via Portuense, sorge l’abitato di Fiumicino; la parte vecchia dell’abitato si dispone lungo la via Torre Clementina secondo una sistemazione ideata da Giuseppe Valadier. Nell’Isola Sacra sono siti degli scavi di una antica necropoli romana, la necropoli di Portus con alcuni mosaici molto ben conservati e decorazioni pittoriche musive o in stucco. Nelle vicinanze del Canale di Fiumicino, un tempo “fossa traiana”, è possibile visitare i resti della basilica paleocristiana di Sant’Ippolito. Lungo la via Portuense è possibile visitare ciò che resta del Castello di Porto. Di fronte a questo si trova l’area archeologica del Porto di Traiano. Nel 1773 Papa Clemente XIV fece costruire la torre clementina. Tra il 1823 e il 1828 iniziano le opere di bonifica e di costruzione.


Il Lido di Ostia è la frazione litoranea del comune di Roma, situata nei quartieri di Lido di Ostia Ponente , Lido di Ostia Levante  e Lido di Castel Fusano. Si affaccia sul mar Tirreno, a sud della foce del fiume Tevere che la separa a nord da Fiumicino. Ostia, assieme alle vicine Fiumicino e Fregene, è nota soprattutto per i numerosi stabilimenti balneari.